Discussione:
Mac con linux è possibile ?
(troppo vecchio per rispondere)
paolo
2008-03-19 11:27:01 UTC
Permalink
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux
? Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con
lilo.
E' possibile ??
writethem
2008-03-19 12:03:05 UTC
Permalink
Post by paolo
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux
? Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con
lilo.
E' possibile ??
un tempo c'era Linux Yellow Dog per MAC, ma tu intendi mac su un pc
nativamente linux? non ho molto capito la domanda
paolo
2008-03-19 12:18:54 UTC
Permalink
Post by writethem
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux ?
Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con lilo.
E' possibile ??
un tempo c'era Linux Yellow Dog per MAC, ma tu intendi mac su un pc
nativamente linux? non ho molto capito la domanda
Mi spiego meglio,
faccio un esempio di un pc normalissimo con due HD, nel primo HD
installo Mac e sull'altro HD linux.
E' possibile ?
roberto
2008-03-19 12:56:50 UTC
Permalink
paolo wrote:
-cut.
Post by paolo
Mi spiego meglio,
Ecco, ottima idea. ;-)
Post by paolo
faccio un esempio di un pc normalissimo con due HD, nel primo HD
installo Mac e sull'altro HD linux.
E' possibile ?
Per quello che riguarda linux, si'.
Che mac possa essere installato su un normalissimo pc, beh, non lo
devi chiedere qui dentro. :-)
--
|Save our planet!
Ciao |Save wildlife!
roberto |For your E-MAIL use ONLY recycled Bytes !!
|roberto poggi ***@softhome.net
paolo
2008-03-19 13:06:34 UTC
Permalink
Post by roberto
-cut.
Post by paolo
Mi spiego meglio,
Ecco, ottima idea. ;-)
Post by paolo
faccio un esempio di un pc normalissimo con due HD, nel primo HD installo
Mac e sull'altro HD linux.
E' possibile ?
Per quello che riguarda linux, si'.
Che mac possa essere installato su un normalissimo pc, beh, non lo
devi chiedere qui dentro. :-)
La mia domanda non è :

"Mac può essere installato su un normalissimo pc ?"

ma ben si:

"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"

Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
Lucio
2008-03-19 13:16:43 UTC
Permalink
Post by paolo
"Mac può essere installato su un normalissimo pc ?"
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
Scusa se mi intrometto, ma se riuscito a far funzionare MAC OS X in un PC?

Mandi

Lucio
paolo
2008-03-19 13:30:04 UTC
Permalink
Post by Lucio
Post by paolo
"Mac può essere installato su un normalissimo pc ?"
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
Scusa se mi intrometto, ma se riuscito a far funzionare MAC OS X in un PC?
Non ho mai provato.........

però non mi hai risposto alla domanda.
Lucio
2008-03-19 13:52:30 UTC
Permalink
Post by paolo
Non ho mai provato.........
però non mi hai risposto alla domanda.
Visto che non hai provato, visto che, a detta di molti, non è possibile fare
un'installazione funzionante di OS X su un PC non apple (hardware dedicato
richiesto, altrimenti il mondo sarebbe pieno di macchine MAC non apple),
installati un OS X e, se funziona, poi con grub o lilo di Linux non
dovresti aver problemi.

Mandi

Lucio
Orpheo
2008-03-19 21:27:49 UTC
Permalink
Post by Lucio
Visto che non hai provato, visto che, a detta di molti, non è possibile
fare un'installazione funzionante di OS X su un PC non apple (hardware
dedicato richiesto, altrimenti il mondo sarebbe pieno di macchine MAC
non apple), installati un OS X e, se funziona, poi con grub o lilo di
Linux non dovresti aver problemi.
Mandi
Lucio
Scusate se mi intrometto, premetto che NON so se è possibile installare
linux e MacOSX su una macchina Intel (su un PC per capirsi)
simultaneamente, so però per certo che è possibile installare MacOSX su
una macchina Intel (sempre il PC di prima) e farla funzionare anche
benino (non benissimo, ma in maniera decente si) pur senza avere hardware
troppo dedicati.
Certo, con hardware dedicati l'ibrido funziona molto meglio.

La domanda però a questo punto è perchè fare una cosa simile? A parte un
minore costo della macchina (che si paga con prestazioni minori) e il
gusto di fare una cosa per il piacere di esserci riuscito, non credo sia
conveniente far un ibrido del genere per adesso IMHO.

Saluti a tutti
--
Alex "Gil"
IHGGer 825 (o era 824?)
RedWiz
2008-03-19 13:21:26 UTC
Permalink
Post by paolo
"Mac può essere installato su un normalissimo pc ?"
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
il problema è: ma dove dovrebbero risiedere linux e mac (che non è mac
ma Mac OSx ),su una mcchina mac o su un pc x86 ?

nel primo caso, non credo proprio che OSx si possa installare su un pc,
linux o non linux
Ruzante
2008-03-19 13:27:36 UTC
Permalink
Post by paolo
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande, Mac e linux ?????
Mac è della famiglia Unix, quindi dovrebbe andare.
Simone
2008-03-19 13:35:01 UTC
Permalink
Post by paolo
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
E' una domanda difficile, proprio perche' non hai garanzie che
OS X venga correttamente installato. Puoi affiancare Linux
a OS X su una macchina Apple, e li avvii entrambi con
grub. Ma tutto sta nel vedere se riesci a far partire
un sistema operativo che non dovrebbe essere nemmeno installato.
OS X non e' pensato per essere installato su un pc scelto
a caso, ma su una macchina prodotta da Apple. Tu vuoi fare
una cosa che non si dovrebbe, percio' e' molto difficile
risponderti. Grub funziona su una computer Apple, e avvia
Linux. Per il resto, non hai che da correre il rischio.
RedWiz
2008-03-19 13:42:17 UTC
Permalink
Post by Simone
Post by paolo
"Installato linux, lilo o grub riuscirà a vedere Mac ??"
Windows e linux vanno alla grande,
Mac e linux ?????
E' una domanda difficile,
no, non è difficile, basta andare sul sito ufficiale e leggere le
specifiche

"Requisiti di sistema minimi di Mac OS X v10.5 Leopard

* Computer Mac con processore Intel, PowerPC G5 o PowerPC G4 (a
867MHz o superiore)
* 512MB di memoria
* Unità DVD per l'installazione
* 9GB di spazio libero su disco
Simone
2008-03-19 14:03:48 UTC
Permalink
Post by RedWiz
no, non è difficile, basta andare sul sito ufficiale e leggere le
specifiche
"Requisiti di sistema minimi di Mac OS X v10.5 Leopard
* Computer Mac con processore Intel, PowerPC G5 o PowerPC G4 (a
867MHz o superiore)
* 512MB di memoria
* Unità DVD per l'installazione
* 9GB di spazio libero su disco
Non capisco il punto. Sappiamo tutti (anche l'OP) che Apple
non supporta OS X su macchine altrui. Questo non significa che
OS X non possa essere installato. Credo che ci sia qualche
speranza, ed era a queste remote possibilita' non ufficiali
che si riferisce l'intero thread. Era chiaramente scritto nel
primo post che si tratta di un'operazione "illegale".
RedWiz
2008-03-19 14:11:03 UTC
Permalink
Post by Simone
Era chiaramente scritto nel
primo post che si tratta di un'operazione "illegale".
di chiaro nel primo post non c'era niente :)
paolo
2008-03-19 14:53:13 UTC
Permalink
Post by RedWiz
Post by Simone
Era chiaramente scritto nel
primo post che si tratta di un'operazione "illegale".
di chiaro nel primo post non c'era niente :)
Se non ti è chiaro niente il problema è tuo :) ..... solo tuo.
maaaatteo
2008-03-19 15:47:13 UTC
Permalink
Post by paolo
solo tuo.
no.
Vide
2008-03-19 16:00:01 UTC
Permalink
Post by paolo
Se non ti è chiaro niente il problema è tuo :) ..... solo tuo.
Col cazzo. Il tuo primo post era qualcosa di illegibile e che non meritava
risposta seria.
Perchè:
1) il sistema operativo di Apple si chiama "Mac OSX", abbreviato "OSX".
L'abbreviazione Mac è per la famiglia di computer "Macintosh".
2) Linux non gestisce un bel niente, il bootloader è indipendente dal
sistema operativo (e non potrebbe essere altrimenti, dato che viene
*prima*).
--
Vide
RedWiz
2008-03-20 00:05:53 UTC
Permalink
Post by paolo
Post by RedWiz
di chiaro nel primo post non c'era niente :)
Se non ti è chiaro niente il problema è tuo :) ..... solo tuo.
azz, recuperata solo ora questa tua perla :(
e vista l'ora e visto che sono ancora a lavorare

vado a dormire, magari domani ti capisco meglio
Ale_B
2008-03-20 13:56:51 UTC
Permalink
Post by paolo
solo tuo.
No.
--
Postato da Alice Newsgroup: lo usi da web ma con le funzioni del newsreader http://newsgroup.alice.it
Gerarchie it, italia, it-alt, tin, it.binari. Unico!
giglio robbo' d'acciaio
2008-03-21 18:54:28 UTC
Permalink
Post by paolo
Post by RedWiz
Post by Simone
Era chiaramente scritto nel
primo post che si tratta di un'operazione "illegale".
di chiaro nel primo post non c'era niente :)
Se non ti è chiaro niente il problema è tuo :) ..... solo tuo.
Poche storie, il post in cima al thread è scritto in modo orripilante.
--
Daniele Giglio Dona i tuoi cicli di clock alla ricerca!
email in ROT13 http://boinc.berkeley.edu/
***@vby.vg
--------------------
Notizie meteo. La primavera e' in ritardo.
Si teme sia rimasta incinta.
-- Notizie dall'interno - Il TG di Max Cipollino
(Massimo Boldi)
mallin.shetland
2008-03-19 13:19:18 UTC
Permalink
Post by paolo
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux
? Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con
lilo.
E' possibile ??
Come fosse antani implementi il booltstarp
impostando la sbrigudi con lo scappellamento
a sinistra e configurando lillo.conf sulla prima
perdizione con la supercazzola.
Sulla seconda pantizione la supercazzola non va
prematurata mentro lo scppellamento va a destra
implementando algenio nella busnaffa.

Capito bene?
Lem Novantotto
2008-03-19 13:39:56 UTC
Permalink
Post by mallin.shetland
Come fosse antani implementi il booltstarp
impostando la sbrigudi con lo scappellamento
a sinistra e configurando lillo.conf sulla prima
perdizione con la supercazzola.
Sulla seconda pantizione la supercazzola non va
prematurata mentro lo scppellamento va a destra
implementando algenio nella busnaffa.
Capito bene?
Tutto tranne "implementi". :D

ROTFL.
--
Bye, Lem
Ceterum censeo ISLAM esse delendum
__________________________________
Combatti l'AIDS col tuo computer: http://fightaidsathome.scripps.edu/
Tetsuya
2008-03-19 13:43:56 UTC
Permalink
Post by mallin.shetland
Post by paolo
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux
? Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con
lilo.
E' possibile ??
Come fosse antani implementi il booltstarp
impostando la sbrigudi con lo scappellamento
a sinistra e configurando lillo.conf sulla prima
perdizione con la supercazzola.
Sulla seconda pantizione la supercazzola non va
prematurata mentro lo scppellamento va a destra
implementando algenio nella busnaffa.
Capito bene?
mallin.shetland for president.
Ovazione.
Heruan
2008-03-19 16:45:57 UTC
Permalink
Post by paolo
E' possibile installare Mac ( in un pc....... è illegale :') )con linux
? Però è linux che deve gestire i sistemi oprativi con grub oppure con
lilo.
E' possibile ??
Sì, però:
1. come già sai è illegale;
2. la procedura non è banale*;
3. l'hardware riconosciuto è poco (es. niente rete, niente audio);
Tutti i punti si riferiscono a una "ipotetica" installazione su Acer
Travelmate 8204.

* serve OSX patchato, cerca "Leopard Kalyway"

A questo punto ho una voglia fremente di aprire un flame: cosa ha
Leopard che manca a una distribuzione Linux, ovvero cosa può spingere
qualcuno ad entrare nella macchina mangiasoldi di Apple?
A mio parere ancora molto poco: iMovie e iWork, perché purtroppo il
Diva Project per Gnome è morto e Writer/Impress non si avvicinano
minimamente a Pages/Keynote. Ma ci stiamo arrivando.

Heruan
Giuseppe³
2008-03-20 07:22:07 UTC
Permalink
Heruan ha scritto:
<cut>
Post by Heruan
1. come già sai è illegale;
2. la procedura non è banale*;
3. l'hardware riconosciuto è poco (es. niente rete, niente audio);
Tutti i punti si riferiscono a una "ipotetica" installazione su Acer
Travelmate 8204.
* serve OSX patchato, cerca "Leopard Kalyway"
A questo punto ho una voglia fremente di aprire un flame: cosa ha
Leopard che manca a una distribuzione Linux, ovvero cosa può spingere
qualcuno ad entrare nella macchina mangiasoldi di Apple?
A mio parere ancora molto poco: iMovie e iWork, perché purtroppo il
Diva Project per Gnome è morto e Writer/Impress non si avvicinano
minimamente a Pages/Keynote. Ma ci stiamo arrivando.
Heruan
Super ROTFL doppio carpiato !

A leggere 'sto tread alle 8.10 di mattina gia' mi sono rotolato dalle
risate.

A parte che Mac o MAC o mac non centra una mazza con il sistema
operativo che e' Apple OS-X attualmente alla versione 10.5.2 denominata
Leopard,

A parte che e' possibile installare su un normale PC una versione
patchata con utilita' tutta da dimostrare in quanto e' l'accoppiata
hardware-software a fare il Macintosh,

A parte che non e' Linux che deve gestire OS-X ma al limite una macchina
virtuale o un boot loader,

A parte che quando devo lavorare su network ritengo che Linux sia il
top, mentre sul portatile quando non ho OS-X mi sembra di tornare
all'eta' della pietra,

A parte cio' quando su Linux ci saranno programmi come FinalCut o
Aperture o Studio, forse ne riparleremo.

Giuseppe
Jack
2008-03-20 09:33:30 UTC
Permalink
Post by Giuseppe³
A parte cio' quando su Linux ci saranno programmi come FinalCut o
Aperture o Studio, forse ne riparleremo.
posso rilanciare con (parlando della versione client, la server non la
conosco):

- spotlight
- time machine (si proprio lei, al momento non ho ancora trovato un
programma per fare backup il cui rapporto facilità d'uso/prestazioni
sia migliori
- non devi andare a modificare 18mila files diversi per configurare
qualcosa
- la GUI e' consistente (ad esempio copia-incolla tra programmi
diversi funziona SEMPRE!)
- vari ed eventuali.

Linux e' un OS interessante, ma a livello desktop e GUI ne ha ancora
di strada da fare.

Ciao Jack
Simone
2008-03-20 10:08:58 UTC
Permalink
Post by Jack
posso rilanciare con (parlando della versione client, la server non la
- spotlight
- time machine (si proprio lei, al momento non ho ancora trovato un
programma per fare backup il cui rapporto facilità d'uso/prestazioni
sia migliori
- non devi andare a modificare 18mila files diversi per configurare
qualcosa
- la GUI e' consistente (ad esempio copia-incolla tra programmi
diversi funziona SEMPRE!)
- vari ed eventuali.
Io ho un MacBook entry-level da settembre, e ne sono estremamente
soddisfatto. Dopo anni passati a cercare di configurare tutti
i nuovi devices che i notebook offrono, mi ero stufato.
Una volta non ti funziona il wireless, una volta non riesci a
collegare una stampante, un'altra volta l'uscita video non
corrisponde all'entrata di un proiettore. Per molte cose
dovevo continuare a usare Windows.
Siccome non mi piaceva, ho deciso di prendere un Apple. Ora
riesco a sincronizzare la posta (Mutt + Maildir) con le
macchine linux dell'ufficio, uso il wireless senza problemi
anche nei convegni, le stampanti le configuro in un batter d'occhio.

Ecco, su un fisso collegato a internet 24h/24h non credo che rinuncerei
a linux. Ma su un portatile ci sono ancora troppe possibilita'
di acquistare hardware che funziona pienamente solo con Windows Vista.
Post by Jack
Linux e' un OS interessante, ma a livello desktop e GUI ne ha ancora
di strada da fare.
Su questo non sono d'accordo, personalmente rifuggo dall'amministrazione
gestita in modo esclusivamente grafico. E i desktop manager piu' recenti
fanno tutto cio' che devono. Anche meglio di Windows e OS X.
L'unico problema (per molti) e' che rarissimamente linux e' garantito
come funzionante al 100% sul computer che acquisti.
Santo Capolozo
2008-03-21 09:44:32 UTC
Permalink
Post by Simone
Post by Jack
Linux e' un OS interessante, ma a livello desktop e GUI ne ha ancora
di strada da fare.
Su questo non sono d'accordo, personalmente rifuggo dall'amministrazione
gestita in modo esclusivamente grafico. E i desktop manager piu' recenti
fanno tutto cio' che devono. Anche meglio di Windows e OS X.
L'unico problema (per molti) e' che rarissimamente linux e' garantito
come funzionante al 100% sul computer che acquisti.
Purtroppo poche persone intuiscono la filosofia che sta dietro a Linux
(o qualsiasi BSD) e hanno la mentalità adatta per sfruttarne appieno le
spaventose potenzialità.

Spiego con un esempio: voglio trasferire vecchi filmati di 103
(centotre) videocassette, convertendo al volo in XviD e anticipando
l'audio di 100mS (perchè in origine fuori fase), al termine di ciascuna
acquisizione se il file risulta essere il decimo, voglio scaricare tali
ultimi 10 file su DVD con la data e l'ora in cui questo avviene e voglio
verificare che la masterizzazione sia avvenuta senza errori (md5sum).
Quindi cancella dal disco fisso i 10 file per liberare spazio per i
successivi.

Esiste un programma che fa questo (in realtà ci sono diverse altre
cosette da fare che non riporto per semplificare), un programma che fa
questo sotto un qualsiasi sistema operativo?
Non cercate, non c'è. :)

Su linux, con uno script fatto in tre minuti ci si crea autonomamente la
soluzione :)
Morale:
1) Play sul videoregistratore e lancio lo script
2) Ripasso più tardi per cambiare cassetta ed eventualmente DVD e torno
al punto 1...

E se non ho più voglia di continuare, lancio lo script con annesso
&&halt e il sistema al termine di spegne da sè.

Sono riuscito a rendere l'idea?
Se anzichè tale script avessi scritto la stessa procedura sotto
Kommander, per esempio, avrei avuto un vero e proprio programma grafico
anche parametrizzato che fa esattamente ciò che serve a me, senza
scrivere una sola riga di C.

A mio parere, la differenza che esiste tra linux e altri OS sta nella
flessibilità e nella libertà di fare qualsiasi cosa mi passi per la mente.
Con OSX o Windows non avrei risolto il problema o l'avrei risolto usando
più programmi in sequenza, con tempi biblici o peggio avrei dovuto
mettere mano al compilatore C.

Concludendo con una trollata: che senso ha avere computer con 16 Tera di
Ram con Vista o notebook OSX da 2000 Euro se poi non posso fare ciò che
voglio io, quando mi basterebbe un Pentium3 da 200 Euro?

Ciao.
Giuseppe³
2008-03-21 21:23:18 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
Post by Simone
Post by Jack
Linux e' un OS interessante, ma a livello desktop e GUI ne ha ancora
di strada da fare.
Su questo non sono d'accordo, personalmente rifuggo dall'amministrazione
gestita in modo esclusivamente grafico. E i desktop manager piu' recenti
fanno tutto cio' che devono. Anche meglio di Windows e OS X.
L'unico problema (per molti) e' che rarissimamente linux e' garantito
come funzionante al 100% sul computer che acquisti.
A mio parere, la differenza che esiste tra linux e altri OS sta nella
flessibilità e nella libertà di fare qualsiasi cosa mi passi per la mente.
Con OSX o Windows non avrei risolto il problema o l'avrei risolto usando
più programmi in sequenza, con tempi biblici o peggio avrei dovuto
mettere mano al compilatore C.
Concludendo con una trollata: che senso ha avere computer con 16 Tera di
Ram con Vista o notebook OSX da 2000 Euro se poi non posso fare ciò che
voglio io, quando mi basterebbe un Pentium3 da 200 Euro?
Forse ti sfugge che OS-X e' basato su BSD.
Se proprio non ne puoi fare a meno da OS-X apri un terminale e fai tutti
gli script che ti pare.
Peccato pero' che OS-X abbia anche "automator" che ti evita anche la
fatica di fare lo script.

A parlare di cose che non si conoscono si rischia di fare figure barbine.
Santo Capolozo
2008-03-25 12:55:10 UTC
Permalink
Post by Giuseppe³
Forse ti sfugge che OS-X e' basato su BSD.
[...]
A parlare di cose che non si conoscono si rischia di fare figure barbine.
Spiegami per cortesia quale parte di (cit.)
"poche persone intuiscono la filosofia che sta dietro a Linux (o
qualsiasi BSD)"
non ti è chiara.

Tuttavia OSX è senza dubbio un ottimo sistema operativo per uso desktop
ma non rappresenta certo il non plus ultra in termini di libertà
d'utilizzo, nei termini da me indicati (a mio parere!).

Bisognerebbe introdurre anche il concetto di licenza ma rischiamo di far
diventare questo un tema da i.c.o.d. :)
Se, come mi sembra di capire, ritieni che OSX abbia le stesse
potenzialità di un linux o un BSD ma con un'interfaccia grafica ottima
(e su questa non si discute), significherebbe che io sono uno stupido a
non usarlo.
Tutto è possibile, a 'sto mondo.


Cordialità.
Simone
2008-03-25 13:09:36 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
Se, come mi sembra di capire, ritieni che OSX abbia le stesse
potenzialità di un linux o un BSD ma con un'interfaccia grafica ottima
(e su questa non si discute), significherebbe che io sono uno stupido a
non usarlo.
Non lo so sei sei stupido o no (scusa, era una battuta), vorrei
risponderti sul tema del thread.
OS X e' un sistema BSD-like, modificato (come lecito) da Apple e
arricchito dell'interfaccia grafica proprietaria.
Molto, moltissimo, di quello che si riesce a fare su FreeBSD puo' essere
rifatto su OS X. Ci sono ovviamente limitazioni dovute alla
licenza, mica possiamo impedire di sviluppare software proprietario.

La versiona desktop di OS X e' appunto pensata per un desktop
computer, quindi puo' essere complicato usarlo per scopi tipici
di un server (server web, server di posta, ecc.). Ma penso proprio
che non ci siano casi di assoluta impossibilita' d'uso, se non
la libera distribuzione del sistema operativo. Puo' non
piacere, d'accordo.

Sul mio MacBook uso esattamente gli stessi programmi che uso con
Linux, soprattutto quelli da riga di comando (mutt, alpine, vim,
ecc.)
Otello
2008-03-22 06:10:28 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
A mio parere, la differenza che esiste tra linux e altri OS sta nella
flessibilità e nella libertà di fare qualsiasi cosa mi passi per la mente.
Non so dove stai volando, ma quello che passa per la mente a me...lo
faccio con tutti i sistemi operativi.
Certo preferisco quello che mi fa perdere meno tempo, in tutti i sensi.
Post by Santo Capolozo
Con OSX ... non avrei risolto il problema o l'avrei risolto usando più
programmi in sequenza, con tempi biblici o peggio avrei dovuto mettere
mano al compilatore C.
Te ne compri uno (magari usato, come fanno molti), lo usi e ti risento
volentieri fra un paio di mesi.
Santo Capolozo
2008-03-25 13:11:14 UTC
Permalink
Post by Otello
Non so dove stai volando, ma quello che passa per la mente a me...lo
faccio con tutti i sistemi operativi.
Certo preferisco quello che mi fa perdere meno tempo, in tutti i sensi.
Non escludo mai la possibilità che io non ne sappia abbastanza, per
questo ti chiedo cortesemente di spiegarmi come risolveresti un
problema, come quello da me esposto, con Windows, per esempio.
Post by Otello
Post by Santo Capolozo
mano al compilatore C.
Te ne compri uno (magari usato, come fanno molti), lo usi e ti risento
volentieri fra un paio di mesi.
Come dicevo, è possibile che il mio mezzo metro cubo (non in senso
figurato, realmente...) di archivio MSDN che ho nel sottoscala,
accumulato in una quindicina d'anni, sia solo servito a foraggiare MS.
Tutte licenze acquistate a fior di dindi, la prima è stata MS C v.6, del
1991.
Anche a me piacerebbe ritrovarti tra un paio di mesi, sperando di
sentirti dire che hai scoperto GCC e GDB, gratuiti, potenti,
multipiattaforma e con infiniti font-end, così entreremmo in sintonia e
potrei illustrarti perchè da qualche anno non ho più rinnovato il
contratto MSDN.

E' solo questione di vedute :)

Ciao.
Otello
2008-03-25 21:45:41 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
Non escludo mai la possibilità che io non ne sappia abbastanza, per
questo ti chiedo cortesemente di spiegarmi come risolveresti un
problema, come quello da me esposto, con Windows, per esempio.
Non uso Windows (ma ce l'ho), sto benissimo su OS X, tengo pure Linux, che
conosco poco, peraltro.
Ammetterai che il tuo è un caso particolarissimo e tuttavia probabilmente chi
smanetta di video su OS X, che ha ottimi programmi che puoi pilotare via
applescript, potrebbe aiutarti.
Post by Santo Capolozo
Anche a me piacerebbe ritrovarti tra un paio di mesi, sperando di
sentirti dire che hai scoperto GCC e GDB,
Non ne avrei proprio il tempo...
Post by Santo Capolozo
Ciao.
Notte.
--
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Santo Capolozo
2008-03-26 08:35:28 UTC
Permalink
Post by Otello
Non ne avrei proprio il tempo...
Sai qual'è la cosa che più mi soddisfa della tua risposta e che si
ricollega al mio ragionamento iniziale?
La tua signature:

"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"

Ciao.
Otello
2008-03-26 19:59:39 UTC
Permalink
Post by Otello
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Sai chi la disse ?
Santo Capolozo
2008-03-27 08:11:01 UTC
Permalink
Post by Otello
Post by Otello
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Sai chi la disse ?
E' talmente generica e attuale...
No, chi ti risulta?
Otello
2008-03-27 20:56:46 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
Post by Otello
Post by Otello
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Sai chi la disse ?
E' talmente generica e attuale...
...che fu pronunciata, scritta ai primi del 1600 !
Post by Santo Capolozo
No, chi ti risulta?
« Ci fu un uomo che a 12 anni, con aste e cerchi, creò la matematica; che a
16 compose il più dotto trattato sulle coniche dall'antichità in poi; che a
19 condensò in una macchina una scienza che è dell'intelletto; che a 23
dimostrò i fenomeni del peso dell'aria ed eliminò uno dei grandi errori della
fisica antica; che nell'età in cui gli altri cominciano appena a vivere,
avendo già percorso tutto l'itinerario delle scienze umane, si accorge della
loro vanità e volge la mente alla religione; [...] che, infine, [...] risolse
quasi distrattamente uno dei maggiori problemi della geometria e scrisse dei
pensieri che hanno sia del divino che dell'umano.
Il nome di questo genio è Blaise Pascal. »
--
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Alessandro
2008-03-29 18:36:17 UTC
Permalink
Post by Santo Capolozo
Post by Otello
Post by Otello
"Perché far fare all'uomo quello che può fare una macchina ?"
Sai chi la disse ?
E' talmente generica e attuale...
....che fu pronunciata, scritta ai primi del 1600 !
[...]
Il nome di questo genio è Blaise Pascal. »
e io che credevo che fosse stata pronunciata da una moglie insoddisfatta che
aveva appena scoperto uno di quegli aggeggi che vibrano... :D

p.s.
volgere la mente ad una finzione umana come la religione mi sembra molto piu'
vano del cercare di scoprire i segreti della natura
--
bye
Alessandro
Otello
2008-03-30 13:12:44 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Il nome di questo genio è Blaise Pascal. »
e io che credevo che fosse stata pronunciata da una moglie insoddisfatta che
aveva appena scoperto uno di quegli aggeggi che vibrano... :D
No...era un po' più fine come intelletto, Pascal.
Post by Alessandro
p.s.
volgere la mente ad una finzione umana come la religione mi sembra molto piu'
vano del cercare di scoprire i segreti della natura
Peccato che la "natura" non ci fornisca tutte le risposte.
--
"Due eccessi: escludere la ragione, ammettere soltanto la ragione."
Alessandro
2008-03-31 17:48:37 UTC
Permalink
Post by Otello
Peccato che la "natura" non ci fornisca tutte le risposte.
gia' cosi' e' meglio inventarsele le risposte... un tempo la spiegazione per
fulmini era l'ira di giove... e senza l'illuminismo si correrebbe il rischio
di essere arrostiti a sostenere che la terra non e' piatta e non e' il centro
dell'universo...

per migliaia di anni le religioni ci hanno solo dato odio e guerre...

invece in pochi secoli la scienza ha raddoppiato la durata della vita media
umana e ci ha dato tante comodita' (anche tanti veleni, ma questo a causa di
chi usa le applicazioni delle scoperte scientifiche senza capirle)

la religione e' una manifestazione psicotica di massa... un alibi per gli
stolti e per i cervelli pigri, uno scherzo dell'evoluzione... la selezione
naturale infatti non agisce solo sull'individuo ma anche sul gruppo... cosi'
nei gruppi composti da persone indottrinabili era piu' facile trovare persone
disposte ad immolarsi per l'affermazione delle idee religiose del gruppo...

cosi' ora sono pochi gli individui in grado di resistere al sistematico
lavaggio mentale imposto fin dalla tenera' eta', praticamente in tutto il
mondo, dagli adepti delle varie religioni...

il discorso sarebbe ben piu' complesso ma questa non e' certo la sede (e non
ho neanche il tempo)
--
bye
Alessandro
Otello
2008-03-31 20:46:33 UTC
Permalink
Post by Alessandro
Post by Otello
Peccato che la "natura" non ci fornisca tutte le risposte.
per migliaia di anni le religioni ci hanno solo dato odio e guerre...
Le guerre le fanno gli uomini, i motivi sono sempre gli stessi: una fetta di
territorio, una fonte di energia, uno sbocco su un mare, il
potere....eccetera.
Ci vedo ben poco di religioso in questo.
Post by Alessandro
invece in pochi secoli la scienza ha raddoppiato la durata della vita media
umana e ci ha dato tante comodita' (anche tanti veleni, ma questo a causa di
chi usa le applicazioni delle scoperte scientifiche senza capirle)
Ma non mi dice quanto vivrò io (quanto vivrai tu) ...che me ne faccio della
vita media ?
Post by Alessandro
la religione e' una manifestazione psicotica di massa... un alibi per gli
stolti e per i cervelli pigri, uno scherzo dell'evoluzione... la selezione
naturale infatti non agisce solo sull'individuo ma anche sul gruppo... cosi'
nei gruppi composti da persone indottrinabili era piu' facile trovare persone
disposte ad immolarsi per l'affermazione delle idee religiose del gruppo...
Ma si...qualche miliardo di imbecilli.
Per fortuna ci sei tu ad illuminarci.
Post by Alessandro
cosi' ora sono pochi gli individui in grado di resistere al sistematico
lavaggio mentale imposto fin dalla tenera' eta', praticamente in tutto il
mondo, dagli adepti delle varie religioni...
Si presume che uno poi cresca e sia in grado di elaborare con la propria
testa, se quello che gli hanno detto da piccolo può andare ancora bene.
Post by Alessandro
il discorso sarebbe ben piu' complesso ma questa non e' certo la sede (e non
ho neanche il tempo)
Soprattutto ti mancano gli strumenti per affrontarlo.

D'accordo sulla sede inopportuna.
--
"Perché la vista di uno zoppo non ci irrita, e un intelletto che zoppica ci
irrita ? Perché lo zoppo riconosce che noi camminiamo diritto, mentre chi ha
una mente che zoppica dice che zoppichiamo noi"
Alessandro
2008-04-03 18:28:15 UTC
Permalink
Post by Otello
Post by Alessandro
per migliaia di anni le religioni ci hanno solo dato odio e guerre...
Le guerre le fanno gli uomini, i motivi sono sempre gli stessi: una fetta di
territorio, una fonte di energia, uno sbocco su un mare, il
potere....eccetera.
anni fa venne pubblicato il risultato di uno studio sulle cause di tutti i
conflitti degli ultimi secoli... dopo aver preso in considerazione tutta una
serie di fattori (economici, disponibilita' di materie prime, corsa agli
armamenti, ecc...) la conclusione fu che il fattore piu' comune era la
differenza di religione
Post by Otello
Post by Alessandro
invece in pochi secoli la scienza ha raddoppiato la durata della vita media
umana e ci ha dato tante comodita' (anche tanti veleni, ma questo a causa di
chi usa le applicazioni delle scoperte scientifiche senza capirle)
Ma non mi dice quanto vivrò io (quanto vivrai tu) ...che me ne faccio della
vita media ?
conoscendo il tuo patrimonio genenetico o anche solo la durata della vita e la
causa della morte dei tuoi antenati, il tuo stile di vita e l'ambiente in cui
vivi dovrebbe essere possibile una stima approssimata...
con i progressi lenti ma costanti nell'analisi del patrimonio genetico umano
queste stime potrebbero divenire abbastanza accurate in futuro...

conoscendo lo stile di vita di tua madre durante la gestazione e' possibile
pure stabilire quanto IQ hai perso rispetto al tuo potenziale genetico (mai
sentito parlare di sindrome fetale alcolica per esempio ? - ma e' solo uno dei
fattori)

recentemente sono state anche sperimentate diverse tecniche per raddoppiare la
durata della vita di diverse specie (vedi sirtuina, diete a restrizione
calorica, ecc...)

la scienza puo' aiutarti a conoscere quali sostanze evitare (nell'ambiente,
negli alimenti, nella vita) e quali comportamenti adottare per migliorare la
qualita' della vita

la scienza non pretende di essere un punto di arrivo, ma un percorso in
continuo aggiornamento

la scienza moderna non si basa su idee piu' o meno campate in aria, ma sulla
sperimentazione... ogni scoperta scientifica per essere considerata valida
deve essere verificabile sperimentalmente da chiunque... le bugie in campo
scientifico hanno le gambe molto corte...

la religione, che sia di orgine antica o moderna, si basa sul niente...
fantasie, suggestioni, imbrogli di personaggi disonesti, turbe psichiche di
persone che sentono le voci...

nessuna religione e' in grado di provare che le proprie divinita' esistano

dal punto di vista scientifico qualunque divinita' ha la stessa probabilita'
di esistere di un dio che sia un elefante rosa a pallini blu vestito da
danzatrice del ventre

puo' essere interessante dal punto di vista antropologico vedere come l'uomo
sia passato dall'essere in balia della natura adorando spiriti totemici di
piante ed animali, ad adorare prima dei antropomorfi (almeno la religione
dell'antica grecia con tutti gli spunti che ha fornito alla psicologia era
molto piu' interessante del pallosissimo cristianesimo) per poi inventarsi un
dio a sua immagine e somiglianza (anche nella schizofrenia delle
contraddizioni della bibbia), ma dal punto di vista pratico serve solo a
capire come siano ancora limitati gli umani

la scienza aiuta praticamente a vivere meglio, la religione, come
l'astrologia e simili amenita' ti da' solo illusioni... soffrite e prendetelo
nel di dietro tanto poi il regno dei cieli sara' vostro... fatevi saltare in
aria, ammazzate gli infedeli e poi andrete in paradiso... intanto mettetevi a
90 gradi e obbedite ai vostri sacerdoti...
Post by Otello
Post by Alessandro
disposte ad immolarsi per l'affermazione delle idee religiose del gruppo...
Ma si...qualche miliardo di imbecilli.
l'unica consolazione degli imbecilli e di essere sempre in buona compagnia :-)

una cosa non e' vera in base al numero delle persone che credono che lo sia...
la stessa percentuale di persone prima pensava che la terra fosse piatta e
al centro dell'universo, che giove scagliasse i fulmini o che gli effetti
teratogeni dell'ergotismo fossero dovuti ad accoppiamenti con satana...
Post by Otello
Per fortuna ci sei tu ad illuminarci.
solo tu puoi illuminare te stesso, liberando la tua mente dalle catene delle
credenze e delle superstizioni... una citazione quasi buddista... :-)
Post by Otello
Post by Alessandro
cosi' ora sono pochi gli individui in grado di resistere al sistematico
lavaggio mentale imposto fin dalla tenera' eta', praticamente in tutto il
mondo, dagli adepti delle varie religioni...
Si presume che uno poi cresca e sia in grado di elaborare con la propria
testa, se quello che gli hanno detto da piccolo può andare ancora bene.
purtroppo non e' facile liberarsi del condizionamento mentale specialmente se
iniziato in tenera eta' e protratto per decenni...

al bisogno di credere, probabilmente insito nel patrimonio genetico di molte
persone, si aggiunge poi il conformismo, la paura di uscire dal gregge e di
essere additati come diversi...
Post by Otello
Post by Alessandro
il discorso sarebbe ben piu' complesso ma questa non e' certo la sede (e non
ho neanche il tempo)
Soprattutto ti mancano gli strumenti per affrontarlo.
di sicuro il cilicio mi manca... di strumenti necessari per comprendere un
testo di qualunque materia scientifica invece ne ho da vendere...

con gli strumenti diagnostici disponibili da alcuni anni e' stato possibile
mappare e capire con precisione sempre maggiore le funzioni svolte dalle
diverse aree del cervello

alcuni esperimenti hanno mostrato che quando si discute un determinato
argomento, gran parte dei soggetti disattivano le aree della logica per
attivare solo quelle dell'appartenenza alla propria setta, partito, squadra...
(un ulteriore indizio della selezione delle tribu' di indottrinabili di cui sopra)

anche senza bisogno di una scansione funzionale ad alta risoluzione del tuo
cervello so quali aree hai attivato e sono consapevole dell'inutilita' di
proseguire con questi argomenti

se avessi il tempo potrei anche trovarti una lista di link di studi
scientifici piu' o meno correlati con l'argomento...
considerando che questi sarebbero al di la' della tua comprensione (ammesso
che tu abbia una conoscenza sufficiente della lingua inglese) non ne varrebbe
la pena
--
bye
Alessandro
Silver Drake
2008-04-04 08:50:20 UTC
Permalink
Post by Alessandro
anni fa venne pubblicato il risultato di uno studio sulle cause di tutti
i conflitti degli ultimi secoli... dopo aver preso in considerazione
tutta una serie di fattori (economici, disponibilita' di materie prime,
corsa agli armamenti, ecc...) la conclusione fu che il fattore piu'
comune era la differenza di religione
Piccola domanda: *CAUSA* o *MOTIVAZIONE DATA*?
Ovvero: se io ammazzo uno e dico che l'ho fatto per te (e magari lo penso
anche), la causa sei veramente tu?
Post by Alessandro
la scienza moderna non si basa su idee piu' o meno campate in aria, ma
sulla sperimentazione... ogni scoperta scientifica per essere
considerata valida deve essere verificabile sperimentalmente da
chiunque... le bugie in campo scientifico hanno le gambe molto corte...
la religione, che sia di orgine antica o moderna, si basa sul niente...
fantasie, suggestioni, imbrogli di personaggi disonesti, turbe psichiche
di persone che sentono le voci...
nessuna religione e' in grado di provare che le proprie divinita' esistano
Il bruttissimo vizio di chi fa confronti religione-scienza (da entrambe
le parti) è scordarsi che la religione e la scienza non c'entrano una
mazza l'una con l'altra.
Dire che una religione non può dimostrare l'esistenza della sua divinità
vuol dire non sapere nemmeno cos'è una religione.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Giuseppe Della Bianca
2008-04-05 12:34:47 UTC
Permalink
Silver Drake wrote:

]zac[
Post by Silver Drake
Dire che una religione non può dimostrare l'esistenza della sua divinità
vuol dire non sapere nemmeno cos'è una religione.
]zac[

Di solito le religioni dicono, nessuno è in grado, nessuno può e nessuno
deve capire qualcosa, devi credere e basta, io e solo io ''gran capo''
invece che sono '''illuminato dal divino''' so tutto e di più e so che
siamo sempre e su tutto nel giusto, a condizione che eseguite esattamente
le volontà della divinità, che voi non potete assolutamente conoscere e
capire, che però io gran capo ecc. .

E' vero che le religione non si possono capire, però si possono capire i
meccanismi su cui si basano e come condizionano e vengono condizionate
dalle persone.

E poi sinceramente che importa, se mi dai un pugno che tu l'abbia fatto per
logica, per scienza, per fede o altro rimane il pugno, rimangono i fatti,
quello che si voleva fare, quello che si è fatto, le reazioni successive.

Il resto è fumo che ognuno di noi alza per coprire le proprie miserie,
furbizie, incoerenze, brutture, scaricandole sul prossimo, basta piazzargli
una bella etichetta di ignorante, infedele, immorale, nemico della scienza.
ecc. .
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-05 12:48:47 UTC
Permalink
Post by Giuseppe Della Bianca
Di solito le religioni dicono, nessuno è in grado, nessuno può e nessuno
deve capire qualcosa, devi credere e basta, io e solo io ''gran capo''
invece che sono '''illuminato dal divino''' so tutto e di più e so che
siamo sempre e su tutto nel giusto, a condizione che eseguite
esattamente le volontà della divinità, che voi non potete assolutamente
conoscere e capire, che però io gran capo ecc. .
Ok, confermo la mia prima impressione: non hai le idee chiare su cosa sia
la religione. E te lo dico da agnostico.
Post by Giuseppe Della Bianca
E' vero che le religione non si possono capire, però si possono capire i
meccanismi su cui si basano e come condizionano e vengono condizionate
dalle persone.
Non è vero che non si possano capire.
Post by Giuseppe Della Bianca
E poi sinceramente che importa, se mi dai un pugno che tu l'abbia fatto
per logica, per scienza, per fede o altro rimane il pugno, rimangono i
fatti, quello che si voleva fare, quello che si è fatto, le reazioni
successive.
Certo, il pugno rimane, ma quale sia la causa del pugno è una cosa
piuttosto importante se vuoi attribuire una colpa, non ti pare?

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Giuseppe Della Bianca
2008-04-06 11:45:56 UTC
Permalink
Silver Drake (more of a red echidna, actually) wrote:

]zac[
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Ok, confermo la mia prima impressione: non hai le idee chiare su cosa sia
la religione. E te lo dico da agnostico.
]zac[

Premetto che questo è l'ultimo mio post perché in effetti l'argomento è
troppo troppo OT .


Non ha nessuna importanza cos'è la religione, quello che conta è come la
religione influenza e come viene influenzata dalla gente, in sintesi è come
dire quello che conta è la pratica, la teoria molto molto meno.

C'è troppo furbizia nelle grandi idiologie, capitalismo, comunismo,
religiosità, globalizzazione, quando vengono fatte ''brutte cose'' la colpa
è delle persone che non erano veramente credenti, mentre quando viene fatto
qualcosa di buono è tutto merito dell'ispirazione dovuta al sacro e
infallibile ''ente divino'' e all'obbedienza ai ''grandi capi'' unici
interpreti del loro volere.

Volendo estremizzare, non sono le grandi idiologie che hanno migliorato
l'uomo e le varie società, ma al contrario sono i progressi dell'uomo che
hanno obbligato le grandi idiologie a mettere in un cassetto le loro parti
più dure, intransigenti e negative.

Mi lascia sempre molto diffidente quando noto che la partecipazione a una
idiologia che dovrebbe essere moralmente superiore invece che far sentire i
partecipanti più carichi di responabilità, più umili, più disposti a
tollerare, diventa un modo per sentirsi superiori, per imporsi, ecc. .

E quindi che importanza ha sapere in teoria cos'è la religione? tanto puoi
le persone le idiologie se le rigirano come meglio gli conviene.
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-06 12:57:20 UTC
Permalink
Post by Giuseppe Della Bianca
E quindi che importanza ha sapere in teoria cos'è la religione? tanto
puoi le persone le idiologie se le rigirano come meglio gli conviene.
Appunto, se *le persone* *rigirano* ideologie e religioni come meglio gli
conviene allora forse la colpa è delle persone e non delle religioni.
L'hai detto tu stesso.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Alessandro
2008-04-05 18:43:16 UTC
Permalink
Post by Silver Drake
Post by Alessandro
anni fa venne pubblicato il risultato di uno studio sulle cause di tutti
i conflitti degli ultimi secoli... dopo aver preso in considerazione
tutta una serie di fattori (economici, disponibilita' di materie prime,
corsa agli armamenti, ecc...) la conclusione fu che il fattore piu'
comune era la differenza di religione
Piccola domanda: *CAUSA* o *MOTIVAZIONE DATA*?
Ovvero: se io ammazzo uno e dico che l'ho fatto per te (e magari lo penso
anche), la causa sei veramente tu?
nessuno dei due... si tratta solo di elaborazione di dati statistici, non di
opinioni... la differenza di religione e' il fattore di gran lunga piu' comune

del resto ho parlato di conflitti, inclusi quindi gli stermini operati tra le
varie sette per eliminare i sostenitori di un dogma appena un po' differente,
uno sport sempre di moda per i fanatici (piuttosto diffuso anche in europa
fino qualche secolo fa)
Post by Silver Drake
Il bruttissimo vizio di chi fa confronti religione-scienza (da entrambe
le parti) è scordarsi che la religione e la scienza non c'entrano una
mazza l'una con l'altra.
c'entrano per chi nega la scienza sperimentale spacciando per scienza miti
risalenti a millenni fa
per esempio decine di milioni di americani prendono alla lettera il mito della
creazione degli antichi persiani (cui si sono ispirati gli ebrei nella bibbia)
e affermano che la terra e' vecchia di 5000 anni, che l'uomo discende da adamo
ed eva, che i fossili sono stati messi da dio per mettere alla prova la fede
umana, ecc...
e per restare in questo paesucolo, durante la scorsa legislatura la signora
moratti ha anche inserito il creazionismo nel programma scolastico
Post by Silver Drake
Dire che una religione non può dimostrare l'esistenza della sua divinità
vuol dire non sapere nemmeno cos'è una religione.
e chi ha stabilito questa legge ? Su quale logica si basa ?

il problema non e' che io non so cosa sia una religione...

non solo conosco diverse religioni tramite libri di antropologia, saggi
storici, e saggi filosofici, ma ho vissuto per anni all'estero, in paesi
protestanti, islamici, induisti e buddisti dove non sono stato da turista ma
sono stato a volta ospite di famiglie del posto, ho lavorato e stretto
rapporti di amicizia con persone delle etnie e religioni piu' disparate

il vero problema e' che io non conosco SOLO le religioni...
--
bye
Alessandro
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-05 19:26:06 UTC
Permalink
Post by Alessandro
nessuno dei due... si tratta solo di elaborazione di dati statistici,
non di opinioni... la differenza di religione e' il fattore di gran
lunga piu' comune
Più ad esempio del controllo del territorio e delle ragioni economiche?
Francamente ho i miei dubbi. Prendi le crociate: c'erano mille motivi non
religiosi dietro (tanto è vero che nella quarta si... "persero per
strada"), e si parla del più classico esempio di guerra di religione.
Post by Alessandro
del resto ho parlato di conflitti, inclusi quindi gli stermini operati
tra le varie sette per eliminare i sostenitori di un dogma appena un po'
differente, uno sport sempre di moda per i fanatici (piuttosto diffuso
anche in europa fino qualche secolo fa)
Io la chiamo lotta per il potere (nel senso di controllo sulla gente).
Tanto per fare un esempio, parlando del Cristianesimo, non mi pare che
nel Nuovo Testamento ci sia alcuna indicazione del fatto che si possa
uccidere in nome di Dio senza fare peccato. A questo punto mi sembra
difficile attribuire a un libro in cui uccidere è esplicitamente vietato
la colpa di chi uccide. Non ti sembra sensato?
Post by Alessandro
Post by Silver Drake
Il bruttissimo vizio di chi fa confronti religione-scienza (da entrambe
le parti) è scordarsi che la religione e la scienza non c'entrano una
mazza l'una con l'altra.
c'entrano per chi nega la scienza sperimentale spacciando per scienza
miti risalenti a millenni fa
per esempio decine di milioni di americani prendono alla lettera il mito
della creazione degli antichi persiani (cui si sono ispirati gli ebrei
nella bibbia) e affermano che la terra e' vecchia di 5000 anni, che
l'uomo discende da adamo ed eva, che i fossili sono stati messi da dio
per mettere alla prova la fede umana, ecc...
Parli di alcune sette particolari, il che è un po' poco per parlare di
religione in toto. Il concetto di religione in sé non richiede alcun
conflitto con le scoperte scientifiche.
Post by Alessandro
e per restare in questo paesucolo, durante la scorsa legislatura la
signora moratti ha anche inserito il creazionismo nel programma
scolastico
Per quanto la Moratti sia una figura negativa mi sembra un po' pochino
per rappresentare il concetto di religione.
Post by Alessandro
Post by Silver Drake
Dire che una religione non può dimostrare l'esistenza della sua
divinità vuol dire non sapere nemmeno cos'è una religione.
e chi ha stabilito questa legge ? Su quale logica si basa ?
Legge? Chi ha parlato di leggi? Sapere cos'è la religione significa anche
solo avere un'idea di quella che ne è la definizione.
La religione, qualsiasi essa sia, fa riferimento al soprannaturale che,
per forza di cose, non può e non potrà mai, presumibilmente, essere
dimostrato scientificamente proprio perché è un'altra cosa (altrimenti
sarebbe naturale e basta). Se un religioso pretendesse di dire che
l'esistenza della sua divinità è dimostrabile scientificamente gli porrei
la stessa obiezione che pongo a te.
Un esempio classico per indicare la differenza tra scienza è religione è
il concetto che la scienza indaga sul come, mentre la religione sul
perché delle cose. Credo che renda molto bene l'idea.
Post by Alessandro
non solo conosco diverse religioni tramite libri di antropologia, saggi
storici, e saggi filosofici, ma ho vissuto per anni all'estero, in paesi
protestanti, islamici, induisti e buddisti dove non sono stato da
turista ma sono stato a volta ospite di famiglie del posto, ho lavorato
e stretto rapporti di amicizia con persone delle etnie e religioni piu'
disparate
E dopo tutto questo il massimo di definizione di religione che riesci a
dare è quella del post di prima, in cui parli solo di religioni
centralizzate con gerarchia e principio di autorità (corrispondente
quindi al Cattolicesimo)? Basta fare pochissima strada per trovare delle
religioni che non corrispondono alla tua descrizione. Per fare un esempio
banale c'è il cristianesimo protestante, in cui il rapporto tra fedele e
divino è diretto.
Post by Alessandro
il vero problema e' che io non conosco SOLO le religioni...
Cos'altro conosci (possibilmente in maniera meno superficiale), se si può
sapere?

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Alessandro
2008-04-07 18:28:01 UTC
Permalink
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by Alessandro
nessuno dei due... si tratta solo di elaborazione di dati statistici,
non di opinioni... la differenza di religione e' il fattore di gran
lunga piu' comune
Più ad esempio del controllo del territorio e delle ragioni economiche?
si'... anche la corsa agli armamenti era stata presa in considerazione...

se ci pensi bene il motivo e' ovvio: religioni e ideologie sono le piastrine
che servono a coagulare il consenso della carne da macello che poi svolge
effettivamente le guerre...

se guardi i conflitti attuali (iraq, afghanistan, palestina, darfur, tibet)
troverai ancora la differenza di religione come fattore (anche se non causa
principale) comune

senza la fede (religiosa, ideologica) non ci sarebbero neanche persone
disposte a sacrificarsi in guerre assurde, ne' alibi morali per i guerrafondai
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Io la chiamo lotta per il potere (nel senso di controllo sulla gente).
Tanto per fare un esempio, parlando del Cristianesimo, non mi pare che
nel Nuovo Testamento ci sia alcuna indicazione del fatto che si possa
uccidere in nome di Dio senza fare peccato. A questo punto mi sembra
difficile attribuire a un libro in cui uccidere è esplicitamente vietato
la colpa di chi uccide. Non ti sembra sensato?
sono obiezioni risibili... non ha senso scindere la religione dagli umani che
ne sono gli autori e gli interpreti
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by Alessandro
per esempio decine di milioni di americani prendono alla lettera il mito
della creazione degli antichi persiani (cui si sono ispirati gli ebrei
nella bibbia) e affermano che la terra e' vecchia di 5000 anni, che
l'uomo discende da adamo ed eva, che i fossili sono stati messi da dio
per mettere alla prova la fede umana, ecc...
Parli di alcune sette particolari, il che è un po' poco per parlare di
religione in toto. Il concetto di religione in sé non richiede alcun
conflitto con le scoperte scientifiche.
altro che sette particolari... e' circa la meta' degli statunitensi a non
credere nella teoria dell'evoluzione (di Darwin e del misconosciuto
Wallace)... mai sentito parlare della 'bible belt' ?
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Per quanto la Moratti sia una figura negativa mi sembra un po' pochino
per rappresentare il concetto di religione.
non avendo obiezioni sensate ti sei inventato questa buffonata del "concetto
di religione" di cui tu saresti il depositario e interprete ultimo investito
chissa da chi... (oltre che patetico sei proprio noioso)
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Legge? Chi ha parlato di leggi? Sapere cos'è la religione significa anche
solo avere un'idea di quella che ne è la definizione.
se vuoi una definizione, il significato originale di religione sarebbe "legame
con la divinita'"
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
La religione, qualsiasi essa sia, fa riferimento al soprannaturale che,
per forza di cose, non può e non potrà mai, presumibilmente, essere
dimostrato scientificamente proprio perché è un'altra cosa (altrimenti
sarebbe naturale e basta).
infatti il soprannaturale e' una cosa che esiste solo nel mondo della
fantasia, dell'ignoranza e nelle trasmissioni televisive di giacobbo... :-)

se tu mostrassi ad un umano di qualche secolo fa un computer, un cellulare, o
una televisione credi che non li prenderebbe per una manifestazione di
soprannaturale?
Allo stesso modo, in passato, venivano interpretati tutti quegli altri
fenomeni non spiegabili (fulmini, meteoriti, eclissi, epilessia, ergotismo,
gemelli siamesi, schizofrenia, ecc.)

Queste cose vengono ancora interpretate come manifestazioni del
soprannaturale... in india pare sia nata una bambina con due facce che viene
considerata come la reincarnazione del dio ganesh

Tra le novita' tecnologiche (ormai neanche tanto nuovo) c'e' un focalizzatore
di suoni che permette di trasmettere suoni (lo hanno usato per applicazioni
pubblicitarie) in modo che sembrino provenire dall'interno della testa...
quante persone ignare, anche al giorno d'oggi, non scambierebbero un evento
simile per una cosa soprannaturale ?

e poi tutte queste religioni ... ognuna sostiene differenti manifestazioni del
soprannaturale... i santi dei cattolici, l'interpretazione letterale della
bibbia delle varie sette statunitensi, il paradiso con le uri degli islamici
(e per le donne niente ?), la reincarnazione di induisti e buddisti, ecc...
Chi ha ragione ? uno, tutti, nessuno ? forse c'e' un multiverso di fenomeni
soprannaturali ?
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Se un religioso pretendesse di dire che l'esistenza della sua divinità è dimostrabile scientificamente gli porrei
la stessa obiezione che pongo a te.
la scienza ha gia' dimostrato che tutti quei fenomeni ritenuti in passato
soprannaturali non avevano niente di soprannaturale (vedi precedente elenco)

anche i fenomeni ritenuti segno di collegamento con il divino (tunnel
luminosi, esperienze extracorporee, sensazioni mistiche di pace e unita' con
il divino, ecc.) sono stati riprodotti sperimentalmente disattivando o
stimolando particolari aree del cervello...

mentre la scienza sta facendo i primi passi verso cose come forme di vita
sintetiche, lettura del pensiero, teletrasporto, viaggi nel tempo (vabbe' per
il momento al livello di particelle elementari), buchi neri artificiali (lhc),
ecc... stiamo ancora a discutere del sesso degli angeli e del significato che
si da al concetto di religione... ma per piacere...

non puoi intendere per religione solo quello che fa piacere a te...
quando parli di religione devi considerare tutto: le credenze su cui si basa,
i riti, le azioni delle persone che la seguono, le azioni delle gerarchie che
essa esprime, i condizionamenti sociali che ne derivano, il sincretismo
originato dal fondersi con le religioni preesistenti, ecc... la religione e'
un fenomeno antropologico che permea la societa', ne viene condizionata e la
condiziona a sua volta
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Un esempio classico per indicare la differenza tra scienza è religione è
il concetto che la scienza indaga sul come, mentre la religione sul
perché delle cose. Credo che renda molto bene l'idea.
ROTFL... quale religione mi dice:
PERCHE' nei calcoli di posizionamento dei gps si ottengono risultati sbagliati
considerando solo le leggi della dinamica...
PERCHE' un buco nero evapora...
PERCHE' un condensato di bose-einstein si comporta come un unico atomo...
PERCHE' l'universo si espande invece di contrarsi
PERCHE' c'e' asimmetria tra materia e antimateria
PERCHE' i gechi possono camminare su una lastra di vetro a testa in giu' senza
cadere
PERCHE' il deinococcus radiodurans resiste a radiazioni centinaia di volte
superiori a quelle sufficienti ad uccidere un umano
PERCHE' alcuni rotiferi sono anch'essi resistenti alle radiazioni
PERCHE' i virus influenzali sono piu' infettivi con il freddo
PERCHE' bere troppa acqua puo' essere pericoloso

dato che il come spesso e' la risposta al perche'... allora la scienza da' le
risposte alla religione??? :-D
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
E dopo tutto questo il massimo di definizione di religione che riesci a
dare è quella del post di prima, in cui parli solo di religioni
non puoi sopperire alla completa mancanza di argomenti arrogandoti in modo del
tutto arbitrario la prerogativa di essere l'unico in grado di definire cos'e'
una religione

tra l'altro, nei precedenti post non ho mai inteso definire il concetto di
religione, ho solo risposto a chi diceva che la religione forniva le risposte
che la natura non era in grado di dare... mi sembra di aver fornito gia' un
campionario di quanto siano ridicole queste risposte, per cui considero
superfluo ripetermi
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
centralizzate con gerarchia e principio di autorità (corrispondente
quindi al Cattolicesimo)? Basta fare pochissima strada per trovare delle
religioni che non corrispondono alla tua descrizione. Per fare un esempio
banale c'è il cristianesimo protestante, in cui il rapporto tra fedele e
divino è diretto.
si' diretto da un telepredicatore... :-)
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
Post by Alessandro
il vero problema e' che io non conosco SOLO le religioni...
Cos'altro conosci (possibilmente in maniera meno superficiale), se si può
sapere?
per esempio i tuoi limiti... le forze di van der waals non agiscono sulle tue
argomentazioni... (te lo traduco altrimenti non ci arriveresti mai: non sei un
geco, non cercare di arrampicarti sugli specchi)

avresti potuto parlare invece dei limiti della scienza e della comprensione
umana, del fatto che non ha senso disprezzare la fede nella religione e poi
manifestare una fede cieca nella scienza, ecc... (non credere che non abbia
argomenti validi per smontare anche tali obiezioni) ma sei semplicemente
troppo limitato...

in ogni caso abbiamo abusato fin troppo della tolleranza degli altri
frequentatori di questo gruppo di discussione per cui per me la questione e'
chiusa... scrivi tutto quello che ti pare, fammi scomunicare, rendimi oggetto
di una fatwa, non mi interessa la polemica per la polemica, e la tua mancanza
di argomenti non e' per niente stimolante (anzi e' proprio noiosa)
--
bye
Alessandro
Silver Drake (more of a red echidna, actually)
2008-04-07 21:53:58 UTC
Permalink
Post by Alessandro
senza la fede (religiosa, ideologica) non ci sarebbero neanche persone
disposte a sacrificarsi in guerre assurde, ne' alibi morali per i guerrafondai
Mi sembra che nella storia umana ci siano quanti esempi vuoi del
contrario.
Post by Alessandro
sono obiezioni risibili... non ha senso scindere la religione dagli
umani che ne sono gli autori e gli interpreti
Quindi se io adesso ammazzo qualcuno e dico che l'ho fatto per te la
colpa è anche tua? Buono a sapersi.
Post by Alessandro
altro che sette particolari... e' circa la meta' degli statunitensi a
non credere nella teoria dell'evoluzione (di Darwin e del misconosciuto
Wallace)... mai sentito parlare della 'bible belt' ?
Sì, e rimane che non è una cosa che puoi generalizzare su tutte le
religioni. È come fare una statistica sul Nord Italia: sarà grande quanto
vuoi rispetto al paese, ma non significa che possa rappresentare tutta la
nazione.
Post by Alessandro
non avendo obiezioni sensate ti sei inventato questa buffonata del
"concetto di religione" di cui tu saresti il depositario e interprete
ultimo investito chissa da chi... (oltre che patetico sei proprio
noioso)
Mai detto niente di simile, poi tu inventati pure le cose.
Post by Alessandro
infatti il soprannaturale e' una cosa che esiste solo nel mondo della
fantasia, dell'ignoranza e nelle trasmissioni televisive di giacobbo... :-)
Posizione legittima, ma discutibile.
Se ti porto una scatola chiusa e non puoi sapere cosa c'è dentro la
scatola non diventa vuota (né piena).
Post by Alessandro
Queste cose vengono ancora interpretate come manifestazioni del
soprannaturale...
Questo significa solo che la scienza in un determinato momento storico è
limitata, il che, ti faccio notare, significa per forza che è limitata
anche ora e che lo sarà sempre, trattandosi di un costrutto basato
sull'osservazione del mondo da parte dell'uomo.
È possibilissimo che siano aspetti del mondo (se vuoi chiamali in un modo
diverso da "soprannaturale", il concetto non cambia) che la scienza non
potrà mai spiegare. O potrebbe anche succedere che un giorno la scienza
(o quello che sarà diventata) POSSA trovare un modo di indicare e
definire il soprannaturale, un po' come indica e definisce l'infinito.
Secondo la tua logica è ridicolo parlare dell'infinito perché non esiste
un infinito in natura.
Post by Alessandro
dall'interno della testa... quante persone ignare, anche al giorno
d'oggi, non scambierebbero un evento simile per una cosa soprannaturale
?
Il fatto che una persona possa scambiare X per Y significa che Y non
esiste? Se io scambio te per un'altra persona l'altra persona non esiste?
Post by Alessandro
e poi tutte queste religioni ... ognuna sostiene differenti
manifestazioni del soprannaturale... i santi dei cattolici,
l'interpretazione letterale della bibbia delle varie sette statunitensi,
il paradiso con le uri degli islamici (e per le donne niente ?), la
reincarnazione di induisti e buddisti, ecc... Chi ha ragione ? uno,
tutti, nessuno ? forse c'e' un multiverso di fenomeni soprannaturali ?
Non avevi appena detto che tutte le religioni dicono le stesse cose? (e
in parte non è sbagliato, ma solo in parte)
Non c'è scritto da nessuna parte che tutte le religioni debbano essere
vere in contemporanea, non fosse altro perché molte sono scissioni della
stessa. In realtà tutte affrontano, in modi diversi, lo stesso tema e gli
stessi aspetti. Il fatto che lo descrivano in maniera diversa non è
niente di diverso da quello che succede col linguaggio: popoli diversi
definiscono la stessa cosa in maniere diverse.

Per prendere i tuoi esempi: tu mangi una MELA, una APPLE o una APFEL?
Oppure non esiste solo perché ogni popolo la chiama diversamente?
Post by Alessandro
la scienza ha gia' dimostrato che tutti quei fenomeni ritenuti in
passato soprannaturali non avevano niente di soprannaturale (vedi
precedente elenco)
Accidenti, vuoi dire che in una decina di righe hai elencato TUTTI i
fenomeni soprannaturali della storia umana? Un campione di sintesi, non
c'è che dire.
Attualmente la scienza non è in grado di spiegare TUTTO quello che si
verifica, e lo sarebbe ANCHE se il soprannaturale non esistesse. Allo
stesso modo è ovvio che non è detto che qualsiasi cosa indicata come
soprannaturale lo sia effettivamente, ma questa dovrebbe essere
un'ovvietà. Non sono cattolico, ma per esempio esiste una commissione
vaticana che verifica se siano scientificamente riproducibili determinati
miracoli prima di "convalidarli" (per strano che sembri non hanno un
reale interesse a proclamare santo qualsiasi idiota gli venga in mente),
e a quanto pare ne esistono che non sono tutt'ora spiegabili.
Post by Alessandro
mentre la scienza sta facendo i primi passi verso cose come forme di
vita sintetiche, lettura del pensiero, teletrasporto, viaggi nel tempo
(vabbe' per il momento al livello di particelle elementari), buchi neri
artificiali (lhc), ecc... stiamo ancora a discutere del sesso degli
angeli e del significato che si da al concetto di religione... ma per
piacere...
Posizione interessante. Resterebbe da chiedersi perché esistano tanti
scienziati credenti delle fedi più disparate. Dovrebbero essere i primi a
sapere che si tratta solo di fregature da due soldi.
Post by Alessandro
non puoi intendere per religione solo quello che fa piacere a te...
quando parli di religione devi considerare tutto: le credenze su cui si
basa, i riti, le azioni delle persone che la seguono, le azioni delle
gerarchie che essa esprime, i condizionamenti sociali che ne derivano,
il sincretismo originato dal fondersi con le religioni preesistenti,
ecc... la religione e' un fenomeno antropologico che permea la societa',
ne viene condizionata e la condiziona a sua volta
Non ho negato niente di tutto questo, e ho sempre considerato tutto. Il
fenomeno antropologico della religione non nega che possa esistere anche
la dimensione spirituale della religione. QUALSIASI cosa sia mediata
dall'uomo sarà anche fenomeno antropologico, scienza compresa.
Quello che dico è che non puoi ridurre la complessità del fenomeno
religioso agli aspetti che ti fanno più comodo, perché quella è
l'operazione che fai tu, non quella che faccio io.
Post by Alessandro
PERCHE' nei calcoli di posizionamento dei gps si ottengono risultati
sbagliati considerando solo le leggi della dinamica... PERCHE' un buco
nero evapora...
PERCHE' un condensato di bose-einstein si comporta come un unico
atomo... PERCHE' l'universo si espande invece di contrarsi PERCHE' c'e'
asimmetria tra materia e antimateria PERCHE' i gechi possono camminare
su una lastra di vetro a testa in giu' senza cadere
PERCHE' il deinococcus radiodurans resiste a radiazioni centinaia di
volte superiori a quelle sufficienti ad uccidere un umano PERCHE' alcuni
rotiferi sono anch'essi resistenti alle radiazioni PERCHE' i virus
influenzali sono piu' infettivi con il freddo PERCHE' bere troppa acqua
puo' essere pericoloso
Sai benissimo cosa intendo con differenza tra come e perché (oppure non
sei molto sveglio, ma immagino che non saresti d'accordo con questa
ipotesi). Per sicurezza te lo spiego
COME = FUNZIONAMENTO (e copre tutto quanto hai detto)
PERCHÉ = MOTIVAZIONE
Post by Alessandro
Post by Silver Drake (more of a red echidna, actually)
E dopo tutto questo il massimo di definizione di religione che riesci a
dare è quella del post di prima, in cui parli solo di religioni
non puoi sopperire alla completa mancanza di argomenti arrogandoti in
modo del tutto arbitrario la prerogativa di essere l'unico in grado di
definire cos'e' una religione
Mai detto NIENTE del genere. Sarebbe cortese se evitassi di inventarti le
cose, non è utile alla discussione.
Post by Alessandro
tra l'altro, nei precedenti post non ho mai inteso definire il concetto
di religione, ho solo risposto a chi diceva che la religione forniva le
risposte che la natura non era in grado di dare... mi sembra di aver
fornito gia' un campionario di quanto siano ridicole queste risposte,
per cui considero superfluo ripetermi
Come quando in poche righe hai riassunto tutti gli eventi soprannaturali
della storia, immagino.
Post by Alessandro
si' diretto da un telepredicatore... :-)
Come i famosi telepredicatori tedeschi, ma certo.
Vedi, se affrontassi le cose in modo, paradossalmente, scientifico
(sociologia e antropologia sono scienze, non ideologie), eviteresti di
sparare certe fesserie.

Ti ricordo che in campo scientifico valutazioni morali sarebbero bandite
dal dibattito e dovrebbero essere limitate all'applicazione di quanto si
ricava dal dibattito stesso.
Post by Alessandro
avresti potuto parlare invece dei limiti della scienza e della
comprensione umana, del fatto che non ha senso disprezzare la fede nella
religione e poi manifestare una fede cieca nella scienza, ecc... (non
credere che non abbia argomenti validi per smontare anche tali
obiezioni) ma sei semplicemente troppo limitato...
Sì, parlami dei miei limiti, sono sicuro che mi conosci molto bene.
Post by Alessandro
in ogni caso abbiamo abusato fin troppo della tolleranza degli altri
frequentatori di questo gruppo di discussione per cui per me la
questione e' chiusa... scrivi tutto quello che ti pare, fammi
scomunicare, rendimi oggetto di una fatwa, non mi interessa la polemica
per la polemica, e la tua mancanza di argomenti non e' per niente
stimolante (anzi e' proprio noiosa)
Nella tua estrema supponenza e nel considerarmi, evidentemente, un
fanatico religioso, ti sei perso un piccolo insignificante dettaglio
(metto in maiuscolo così fai meno fatica a leggere): IO NON CREDO IN
NESSUNA RELIGIONE.

Complimenti, genio, bella intuizione.

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Giuseppe³
2008-03-20 11:58:15 UTC
Permalink
Post by Jack
Post by Giuseppe³
A parte cio' quando su Linux ci saranno programmi come FinalCut o
Aperture o Studio, forse ne riparleremo.
- time machine (si proprio lei, al momento non ho ancora trovato un
programma per fare backup il cui rapporto facilità d'uso/prestazioni
sia migliori
Nell'attacco di ilarita' mi ero proprio dimenticato di Time Machine :)
Un programma tanto semplice quanto geniale.
Arrivo a casa la sera, attacco il driver esterno e dopo un quarto d'ora
ho il backup incrementale di tutto il contenuto dell'hd.

E non si deve configurare neanche l'ombra di un bit!

Nel caso di perdita di un file si scorre indietro la finestra fino al
punto in cui c'e' il file interessato, un click e come per magia lo si
ritrova di nuovo nell'hard disk.
Notare che la scansione funziona anche all'interno degli archivi dei
programmi come ad esempio iTunes.

Certe cose bisogna provarle per dire "Come cazzo facevo prima?" :)

Ciao
Giuseppe
Silver Drake
2008-03-20 12:11:49 UTC
Permalink
Linux e' un OS interessante, ma a livello desktop e GUI ne ha ancora di
strada da fare.
Non saprei, all'ultima installazione ho configurato a mano solo le
partizioni (perché volevo conservare una home vecchia) e la scheda di
rete (con tool grafico). Per quanto mi riguarda è piacevolmente vicino
all'idea di amministrazione 0 (uso molto più i tool di sistema con XP).

See you,
Silver Drake
--
Paperblog: l'irriverente blog della famiglia pinguina
http://www.silverdrakenet.it/blog/blog.html
Quello che scrive il Drake è la verità (gg)
RADIO HELL: http://www.myspace.com/rh666
Vide
2008-03-20 10:18:39 UTC
Permalink
Post by Heruan
A questo punto ho una voglia fremente di aprire un flame: cosa ha
Leopard che manca a una distribuzione Linux, ovvero cosa può spingere
qualcuno ad entrare nella macchina mangiasoldi di Apple?
Non è che siano neanche troppo mangiasoldi, visto la qualità totale
dell'assemblato (non dell'hardware dentro che alla fin fine è lo stesso
ovunque). In ogni caso OSX, anche se ha molte cose che non mi piaccino, è
ciò che Linux dovrà (più o meno) essere un giorno, però ovviamente con
tutti i vantaggi dell'opensource.
Alcuni idee? Prestazioni del sistema grafico, semplicità del sistema sonoro,
integrazione fra i vari componenti ecc ecc.
--
Vide
Continua a leggere su narkive:
Loading...